Faroeislands.dk Villaggi delle Isole Faroe.

Svķnoy

  

Akrar
Įnir
Argir
Įrnafjųršur
Bųur
Dalur
Depil
Eiši
Elduvķk
Fįmjin
Frošba Fuglafjųršur Funningsfjųršur
Funningur
Gįsadalur
Gjógv
Glyvrar
Gųta
Gųtueiši
Gųtugjógv
Haldarsvķk
Haraldssund
Hattarvķk
Hellur

Hestur
Hósvķk
Hov
Hoyvķk
Hśsar
Hśsavķk
Hvalba
Hvalvķk
Hvannasund
Hvķtanes
Innan Glyvur
Kaldbak
Kaldbaksbotnur
Kirkja
Kirkjubųur
Klaksvķk
Kolbanargjógv
Kollafjųršur
Koltur
Kunoy
Kvķvķk
Lambareiši
Lambi

Langasandur
Leirvķk
Leynar
Ljósį
Lopra
Mišvįgur
Mikladalur
Morskranes
Mśli
Mykines
Nes, Eysturoy
Nes, Vįgur
Nesvķk
Nólsoy
Noršdepil
Noršoyri
Noršadalur
Noršskįli
Norštoftir
Oyndarfjųršur
Oyrarbakki
Oyrareingir

Oyri
Porkeri
Rituvķk
Runavķk
Saksun
Saltangarį
Saltnes
Sandavįgur
Sandur
Sandvķk
Selatraš
Signabųur
Skįlafjųršur
Skįlavķk
Skįli
Skarvanes
Skipanes
Skopun
Skśvoy
Skęlingur
Stóra Dimun
Strendur
Streymnes

Stykkiš
Sumba
Sund
Svķnįir
Svķnoy
Syšradalur, K.
Syšradalur, S.
Syšrugųta
Sųldarfjųršur
Sųrvįgur
Tjųrnuvķk
Toftir
Tórshavn
Trongisvįgur
Trųllanes
Tvųroyri
Vįgur
Vatnsoyrar
Velbastašur
Vestmanna
Višareiši
Vķkarbyrgi
Ęšuvķk
Ųravik
 
Villaggio: Svķnoy Comune: Svķnoyar (lista dei comuni) Lasciare cursore sull'immagine per leggere il testo
Abitanti: 55 (01.01.06) Squadra di calcio:    
CAP: FO 765 Sq. di canottaggio:  
Posizione: N 62° 16' 47 W 6° 20' 55  
         

Il villaggio e l'isola si chiamano entrambi Svķnoy, che significa in faroese Isola dei Maiali. La popolazione di Svķnoy č diminuita nel tempo. 40 anni fa 200 persone vivevano qui, mentre ora ne rimangono solo 73. Il villaggio giace nel fondo di una baia nella costa est dell'isola. Una piccola strada attraversa la valle verso est. Qui c'č un porto dove una o due volte al giorno arriva un traghetto da Hvannasund sull'isola di Višoy. L'elicottero arriva a Svķnoy tre volte alla settimana. La chiesa di Svķnoy risale al 1878.

Una leggenda dice come Svķnoy abbia assunto questo strano nome: originariamente Svķnoy era un'isola marginale. Era sempre avvolta dalla nebbia e raramente si poteva vedere. Nel villaggio di Višareidiš nell'isola di Višoy c'era una scrofa, ma nessun cinghiale. Comunque la scrofa ebbe presto dei cuccioli. La gente di Višareidiš si scervellava per questo. Si diceva che a volte la scrofa non si trovava nel villaggio, ma dopo poco tornava. Un giorno la scrofa scorrazzava nel villaggio, una donna la prese e legņ un mazzo di chiavi alla sua coda. La scrofa se ne rese conto e si affrettņ a buttarsi nel mare. Iniziņ a nuotare per arrivare sulla terra. Dopo un pņ gli abitanti di Višareidiš la avvistarono mentre cercava di emergere sulla costa dell'isola. La soccorsero con una barca. Appena la scrofa con le chiavi sulla coda fu catturata, l'isola di Svķnoy fu immediatamente risucchiata sul fondo del mare e vi rimase. C'erano molti maiali sull'isola e fu un maiale che fece riemergere l'isola ed č per questo che Svķnoy si chiama cosģ. Ciņ avvenne dopo che la scrofa ebbe partorito i piccoli.

 
         
Elenco delle fonti